Odissea nello spazio

Il 16 maggio del 2001 è nato Adamo, figlio di mio figlio Angelo e di sua moglie Silvia.

Dopo un mese forse dalla nascita il bambino è stato affidato per qualche giorno alla nonna Magda e a me. Ma una di quelle sere, rientrando, sono andato nella stanza da letto, dove il bambino dormiva. C’era un silenzio ovattato. Sono entrato in un luogo di mistero dove quella copertina su quel corpicinio incuteva un sentimento di reverenza. Si celebrava la vita nella sua accezione nascosta e potente. La sua vita, contemporanea alla mia, pur nello sfasamento anagrafico. Ecco, ti voglio dire che lì, quella volta ti ho incontrato. Tu eri, e sei anche ora, un riassunto di tutto quello che ti ha, ci ha preceduto. Nei tuoi occhi mi spingo fino ad un futuro inimmaginabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...